mercoledì 18 gennaio 2017

FAMOUS BLU RAINCOAT


Non era immaginabile la scomparsa di Leonard Cohen quando questo libro è stato scritto. Adesso, il nuovo libro di Massimo Cotto, impegnato da anni nel narrare le creative evoluzioni del rock internazionale, suona come un omaggio all'opera di uno dei più poetici cantautori, capace di dare respiro globale a un intimismo assoluto, di esaltare un frammento emotivo sino a renderlo patrimonio di tutti. "I famosi impermeabili blu" (citazione che riprende il brano Famous Blue Raincoat  scritto dal musicista nel 1971) si sviluppa non solo attraverso le parole dell'autore che in più occasioni ha incontrato Cohen ma anche grazie a tante testimonianze di musicisti che ne hanno fatto una fonte di ispirazione.
Ci sarà un motivo se uno come Bob Dylan ha dichiarato che il canadese è una delle poche persone in cui gli sarebbe piaciuto trasformarsi (…e lui è Dylan!).

Dalla prefazione di Enrico de Angelis:
"Leonard Cohen raccontato con lo stile inimitabile di Massimo Cotto che raccoglie storie, interviste, disegni originali. Un affresco multicolore, che si avvale anche di centinaia di interventi di amici, colleghi e grandi personaggi, per un personaggio che oramai è nella storia della musica.
“Un nomade dell’anima, che nella meditazione trova una strada laica, o meglio umana. Perché, tra metafore colte e citazioni sacre, Cohen canta le piccole cose dell’uomo. Quindi nulla di più terreno ma al contempo di più inafferrabile ed eterno.
Ci siamo tutti trovati, metafore a parte, a rifletterci a specchio in domande troppo grandi per comprendere ed elaborare i nostri dolori e le nostre gioie. Magari stretti in un usato impermeabile blu, all’angolo di un’altrettanto usata città. A guardare l’inverno che passa, a raccogliere i frammenti di un’amicizia finita, di una solitudine quieta, di un amore infedele che, ormai, è quello che è.”


FAMOUS BLUE RAINCOAT, oltre ad essere di una bellezza e di una tristezza struggente, è di difficile interpretazione, quasi criptica. Ascolta...

lunedì 16 gennaio 2017

BANFF TOUR ITALIA

BANFF MOUNTAIN FILM FESTIVAL WORLD TOUR IN ITALIA
Il World Tour – o tour internazionale – prende l’avvio ogni anno appena si chiude il sipario a Banff: un’accurata selezione dei migliori film viene proposta in giro per il mondo e, dal 2013, è presente anche in Italia. Cominciato come un piccolo progetto nel 1986, il World Tour e i suoi film oggi “viaggiano” in oltre 40 Paesi, raggiungendo circa 500.000 spettatori, per un totale di circa 1.000 serate, in circa 500 città. Giunto alla 5a edizione, il tour italiano sarà inaugurato a Torino il 13 febbraio 2017 e proseguirà nelle principali città d’Italia.

I grandi spazi, le montagne incontaminate, la natura selvaggia: il Banff Mountain Film Festival World Tour Italy è una serata dedicata al grande cinema outdoor, un viaggio nei luoghi più remoti e affascinanti del pianeta per vivere straordinarie avventure insieme ad atleti, avventurieri ed esploratori. Alpinismo, arrampicata, MTB, kayak e action sport: ogni serata è un evento di oltre due ore di proiezione ad alto tasso di emozioni e divertimento.

venerdì 13 gennaio 2017

VOLA IN CANADA CON AIR TRANSAT





Ecco l'ultimo Comunicato Stampa della linea aerea canadese, eletta Miglior Compagnia Aerea Nord Americana per i viaggi vacanza per il quinto anno consecutivo.
Se stai programmando un viaggio in Canada per quest'estate, potresti considerare la proposta Vendita Flash valida fino al 31 gennaio:



Air Transat fa scoprire il Canada 
ai viaggiatori italiani la prossima estate
Sei destinazioni canadesi e fino a 17 voli settimanali da  Roma, Venezia e Lamezia

Montréal, 12 gennaio 2017 – Air Transat è fiera di annunciare che offrirà sei destinazioni canadesi e fino a 17 voli a settimana per il Canada da RomaVenezia e Lamezia durante la prossima estate. Con i suoi voli non-stop per Toronto e Montréal e i voli in connessione perVancouverCalgaryOttawa e Québec City, Air  Transat offre ai viaggiatori provenienti da Italia più opzioni e flessibilità per esplorare il Canada.

In estate, il Canada è conosciuto per i suoi bellissimi paesaggi, la fauna variegata, le attrazioni naturali e gli affascinanti festival all'aperto.
Air Transat offre anche opzioni di volo multi-destinazione, che consentono di atterrare in una città canadese e ripartire da un’altra senza alcun costo aggiuntivo: un modo semplice e conveniente per visitare più luoghi in un solo viaggio. Ad esempio, una vacanza a Montréal può essere combinata con una visita al Banff National Park, vicino Calgary, in Canada dell’Ovest.

Inoltre, tutti i passeggeri che viaggiano verso il Canada godranno dell’esperienza di volo senza precedenti offerta da Air Transat, eletta Miglior Compagnia Aerea Nord Americana per i viaggi vacanze per il quinto anno consecutivo. Il comfort della cabina, il sistema di intrattenimento personale accessibile tramite touch-screen individuali o le app CinePlus di Air Transat, la franchigia bagaglio gratuita e l’attendo equipaggio, sono solo alcuni dei motivi per cui volare con Air Transat è così piacevole.

Anche chi viaggia all’interno del Canada, può usufruire dei servizi Air Transat, grazie ai suoi voli domestici. Durante l'alta stagione, Air Transat offre:

• Voli giornalieri tra Montréal e Toronto
• Voli giornalieri tra Vancouver e Toronto
• Cinque voli a settimana tra Québec City e Montréal
• Quattro voli settimanali tra Calgary e Toronto
• Due voli settimanali tra Ottawa e Montreal
• Due voli settimanali tra Vancouver e Montreal

Vendita Flash Air Transat: le tariffe migliori per chi prenota entro il 30 gennaio 2017
Air Transat presenta la sua Vendita Flash, offrendo le sue migliori tariffe per il Canada per tutti i passeggeri che prenoteranno il loro volo entro il 30 gennaio:

Roma – Montreal da € 468 a/r tasse incluse
Roma – Toronto da € 443 a/r tasse incluse
Venezia – Montreal da € 475 a/r tasse incluse
Venezia – Toronto da € 475 a/r tasse incluse
Lamezia – Toronto da € 650 a/r tasse incluse

Per ulteriori informazioni sulla Vendita Flash Air Transat e per un elenco completo dei voli, è possibile consultare airtransat.it .

A proposito di Air Transat

Air Transat è la prima compagnia aerea viaggi vacanze del Canada, nei mercati canadese e transatlantico. Ogni anno, trasporta circa tre milioni di passeggeri per circa 60 destinazioni in 25 paesi. Con sede a Montréal, l'azienda impiega più di 2.500 persone e opera i suoi voli con una flotta di Airbus wide-body e Boeing narrow-body. Nel 2016,  Air Transat è stato eletta Miglior Compagnia Aerea Nord Americana per i viaggi vacanze per il quinto anno consecutivo da Skytrax. Negli ultimi anni, la compagnia ha ottenuto molteplici riconoscimenti per i suoi sforzi per ridurre l'impatto ambientale. Dal 2011, è la compagnia numero uno in Nord America per l'efficienza energetica e nella top 20 in tutto il mondo, per l’Atmosfair Airline Index. Air Transat è una business unit di Transat A.T. Inc., una società internazionale leader del turismo integrato, attiva nel trasporto aereo, nell’ospitalità e nei pacchetti vacanze. Transat è stata insignita dello status Travelife Partner nel 2016, come riconoscimento del suo impegno per lo sviluppo sostenibile. Compagnia per eccellenza dei  viaggi vacanze, Transat festeggia il suo 30° anniversario nel 2017.


giovedì 12 gennaio 2017

YUKON ARCTIC ULTRA 2017, dal 5 al 18 febbraio



YUKON ARCTIC ULTRA  è una serie di gare no-stop in più giorni disputate nello Yukon, con partenza dalla città di Whitehorse annualmente alla fine di febbraio. Fondata nel 2003, si è tenuta ogni anno tranne che nel 2010.
Solitamente riservata ai professionisti, a “chi lo fa di mestiere”, sia per le condizioni proibitive sia per le distanze da percorrere, con condizioni estreme, sciogliendo la neve per dissetarsi e dormendo tra i ghiacci sotto le stelle, a  –40°, camminando per centinaia di chilometri. Un errore nel momento sbagliato nella desolazione dello Yukon può costare un dito dei piedi o delle mani se non addirittura la vita. Bisogna bastare a se stessi, occorre rispetto e allenamento.


Il percorso si snoda analogamente alla YUKON QUEST e si sviluppa per 100, 300 o 430 miglia; quella più lunga si può effettuare in mountain biking, sci di fondo o a piedi. 


Della gara e della coppia Laura Trentani-Roberto Ragazzi abbiamo già parlato in occasione di precedenti edizioni:
Anche quest’anno ci riprovano, non appagati dalle già conquistate  performance.


Ma non saranno gli unici italiani a misurarsi con questa prova a dir poco massacrante riservata ai più coraggiosi ed ovviamente più preparati atleticamente, e non solo. Risultano già iscritti Michele Graglia, Davide Ugolini, Domenico Barbalace, Enrico Guidoni, Renzo Moltrasio, Stefano Gregoretti, Luigi Mazzocchi, Maurizio Doro, Stefano Biglietti, Federica Facondini. Qualche neofita e qualche super campione!
REGOLE DELLA CORSA
Dopo aver letto bene tutte le informazioni e le regole che governano la corsa… ti rendi conto che solo i più duri ce la potranno fare!

lunedì 9 gennaio 2017

LONELY PLANET BEST IN TRAVEL 2017


Cominciamo bene l’anno!
La LONELY PLANET ha scelto di proporre nella sua classifica TOP TEN (25.10.16) il Canada, posizionato al primo posto della classifica dei 10 paesi da visitare nel 2017. Le motivazioni - il grassetto è mio - sono ben delineate e offrono molti spunti di riflessione:


1. Canada   

Sostenuto dall’ondata di ottimismo scatenata dal suo nuovo primo ministro, l’energico Justin Trudeau, e contraddistinto da una serie di città dinamiche che conquistano sempre i primi posti nelle classifiche mondiali di vivibilità e da una fama di nazione aperta e di impeccabile cortesia, il secondo paese più grande del mondo inaugurerà il suo 150° anniversario nel 2017 in ottime condizioni di salute. 
La lunga festa per celebrare la nascita dello stato federale si preannuncia all’insegna della cordialità e dell’accoglienza calorosa degli ospiti internazionali. 
Inoltre, grazie al dollaro canadese debole che fa scendere i prezzi, i visitatori stranieri potranno approfittare ampiamente della sua esaltante cucina fusion e dei suoi vini, inspiegabilmente sottovalutati.

Sebbene la maggior parte dei viaggiatori sia attratta dalla vastità del territorio canadese, da alcune sue note caratteristiche geografiche, dalla possibilità di esplorare aree desolate, il Canada offre molto di più delle meraviglie naturali, del fascino delle rilassanti zone rurali, degli aceri e delle Cascate del Niagara. 
La tensione che si avverte tra gli indigeni del Canada e le tradizioni francese e britannica conferisce alla nazione la sua complessa caratteristica tridimensionale
Sommiamo a questo un costante influsso della cultura nordamericana e una pletora di tradizioni importate dagli emigranti di Europa, Asia e America Latina e otteniamo, malgrado lo spirito separatista degli abitanti della provincia del Québec, una prosperosa società multiculturale che vive un processo di formazione di una identità nazionale
Coloro che si aspettano di trovare nel Canada una pallida copia della sua vicina meridionale, dovrebbero abbandonare i propri preconcetti prima di recarvisi. La selvaggia frontiera settentrionale del Canada, che ha inciso fortemente nell'indole della popolazione, e il suo mosaico di popoli hanno creato una nazione decisamente diversa da quella degli Stati Uniti.

 


sabato 24 dicembre 2016

BUONE FESTE!



BUONE FESTE!
da Blue Whale, Feuille d'Erable e Grizzly Bear

 



ARRIVEDERCI AL 9 GENNAIO

martedì 20 dicembre 2016

ENERGIA DAL MARE

















Dove si trova il primo edificio ad aver ottenuto la rigorosa certificazione LEED di platino?
E' il  CONVENTION CENTER di VANCOUVER, in British Columbia: struttura imponente su aree dismesse, unisce ambiente urbano e marino.
Ha sul tetto, di 2,5 ettari,  400.000 piante indigene, e dei sensori controllano le emissioni di CO2 e COV i composti organici volatili. Riscaldamento e luce sono garantiti da un impianto idroelettrico che sfrutta l'acqua del mare.



ULTERIORI INTERESSANTI DETTAGLI:

giovedì 15 dicembre 2016

2017 OTTAWA


A settembre abbiamo avuto qualche anticipazione su quali e quante manifestazioni, in ogni campo (artistico, musicale, sportivo, etc.) sono previste durante il  2017, anno che segna il centocinquantesimo compleanno del Canada:


Ora inizia il countdown vero e proprio verso l’anno nuovo e per iniziare bene i festeggiamenti la capitale OTTAWA darà il via alle celebrazioni il 31 dicembre: l’accensione di un enorme braciere sarà solo uno dei momenti emozionanti della serata che a partire dalle 17.30 vedrà centinaia di giovani studenti radunarsi e creare una catena umana lunga 700 metri dal Municipio di Ottawa fino alla collina del Parlamento. Un enorme barbecue con distribuzione gratuita di hot-dog; il caffè e la cioccolata calda offerta da Tim Hortons; tanta animazione e musica con un noto DJ ; e molto ancora…




mercoledì 14 dicembre 2016

TRANS CANADA TRAIL

La novantaquattrenne  Nina McLachlan ha impiegato  6 settimane (circa 120 ore di lavoro) per realizzare questa mappa in cartapesta e colori acrilici con effetti tridimensionali per rappresentare quel lungo sentiero, che ormai collega oltre il 90 percento del territorio canadese attraversando tutte le 10 province ed i  3 territori, mettendo in rilievo flora e fauna specifica di ogni zona.

"Discover...The Trans Canada Trail" 
Original artwork by Nina McLachlan 

McLachlan (94) as a National Champion
Nina presenting her map to students in 2015   Photo: Melissa Smalley
The Trans Canada Trail (TCT) is delighted to welcome Nina McLachlan, 
a resident of British Columbia, to the ranks of its National Champions.

A retired registered nurse, 94-year old Nina combines a lifelong love of art, nature and Canada's landscape. She created a a three-dimensional map of Canada that took her six weeks - roughly 120 hours - to complete (banner above). 

The map details the route that the Trail follows, incorporating relief figures of each territory and province's flower and species (hand-moulded with papier mâché) and intricate landscape details. Nina created the project in an effort to "stimulate an interest and appreciation of the cohabitation of wildlife and man". She hopes her project will inspire others to explore the Trail a "landmark" she said she's proud to be a part of, for "what it represents to the Canadian Nation" - in her words.

lunedì 12 dicembre 2016

VANCOUVER AL 5° POSTO



La città con la migliore qualità della vita e in cui si vive più felici al mondo è Vienna. Ad incoronare la capitale dell’Austria è l’ultimo rapporto di Mercer, società di consulenza internazionale specializzata in HR (Human Resource Management). Il prestigioso studio, giunto alla sua diciottesima edizione, valuta la vivibilità di 229 metropoli in tutto il globo incrociando svariati parametri, tra cui il livello delle infrastrutture, le condizioni ambientali, la stabilità politica, il clima socio-culturale, la qualità dell’istruzione e la varietà di servizi per il tempo libero
Nella top ten occupano il secondo posto di Zurigo e la terza posizione di Auckland, mentre il paese leader è la Germania, rappresentata da ben tre metropoli: Monaco di Baviera, Dusseldorf, Francoforte. Ecco la classifica delle prime 10 città, con qualche indicazione che ci aiuta a capire cosa le renda così speciali.

10. Sydney, Australia

A rendere Sydney una delle città più vivibili del pianeta è un incrocio di fattori ambientali e sociali, tra cui gli scorci da cartolina, la qualità dei servizi, il fermento multiculturale. Fra i tanti plus degni di nota c’è anche la presenza di uno dei più grandi e straordinari fish market del mondo.

9. Copenhagen, Danimarca

Infrastrutture urbane pregevoli, diverse opportunità di lavoro e una Università fra le più research-intensive del mondo, che contribuisce a rendere la capitale danese ancora più giovane e dinamica. Si gira rigorosamente in bicicletta e si beve squisita birra artigianale, uno dei tanti fiori all’occhiello della città.

8. Ginevra, Svizzera

Il costo della vita è alto, ma Ginevra gode del fatto di essere uno dei centri nevralgici della Svizzera, a sua volta uno dei paesi più felici del mondo (il secondo per la precisione) secondo il World Happyness report 2016 dell'Onu. Un dato su tutti: circa il 20 % del territorio cittadino è fatto di parchi e spazi verdi, che offrono divertimento e relax.

7. Francoforte, Germania

La capitale finanziaria della Germania, vanta ospedali eccellenti e uno skyline che all’imbrunire ricorda una Manhattan in miniatura. Accogliente e cosmopolita, detiene il primato europeo per il reddito medio (circa 74mila euro all'anno) ed è all’avanguardia anche in fatto di sostenibilità ambientale.

6. Düsseldorf, Germania

Rinomata per essere un polo fieristico di importanza internazionale e per ospitare il più ampio volume d'affari della Germania in svariati ambiti, tra cui moda e pubblicità, la capitale della Renania rappresenta un perfetto mix di modernità e tradizione, con ottime opportunità di lavoro. Elementi di spicco sono la centralissima Königsallee, uno dei viali più eleganti d'Europa, e la celeberrima Accademia di Belle Arti, una delle culle del romanticismo tedesco.

5. Vancouver, Canada

È la città climaticamente più vivibile del Canada (almeno tra quelle medio-grandi), ma anche la più dinamica e trasformista. Famosa per le produzioni in campo cinematografico (è detta la Hollywood del Nord) e videoludico (qui ha sede la Electronic Arts, nota anche come EA Games, leader mondiale dei videogiochi per console e computer) è una metropoli a misura d’uomo, ricca di piste ciclabili, aree verdi e luoghi di svago. Punto di incontro fra etnie diverse (per il 52% dei residenti l’inglese non è la prima lingua), rappresenta un modello esemplare di integrazione e melting pot culturale.

4. Monaco di Baviera, Germania

Famosa a ogni latitudine per l’Oktoberfest, Monaco non è solo la capitale della birra e del folclore, bensì una creatura dai molteplici volti: è una città-museo che trabocca di monumenti ed edifici storici; un prestigioso fulcro universitario; nonché la sede di alcuni dei colossi economici del continente europeo. Divertimento, cultura e lavoro, sostenuti da un polmone verde: con i suoi 3,7 Km2, l’Englischer Garten è infatti uno dei parchi pubblici più estesi del globo.

3. Auckland, Nuova Zelanda

Una “super city” giovane e spumeggiante, dal tenore di vita elevato, che negli ultimi anni è stata sottoposta a un restyling urbano e architettonico che la pone tra le metropoli più moderne della Terra. Qui le parole d’ordine sono business, tranquillità, istruzione, accoglienza, cura per l’ambiente. In più ci sono il mare e delle spiagge meravigliose, che aiutano a tenere alto l’umore dei cittadini.

2. Zurigo, Svizzera

Scalzata dal trono solo in tempi recenti, Zurigo è stata per anni la prima classificata tra le città con la maggiore qualità della vita. Chi ci vive ne esalta l’operosità, la diversificazione gastronomica, lo sviluppo urbano in armonia con la natura. Contraddistinta dall’ordine impeccabile e dalla pulizia, è però l’antitesi della città austera: vivace e movimentata anche di sera, ospita ogni agosto la Street Parade, uno dei più principali raduni musicali del mondo.

1. Vienna, Austria

L’inimitabile patrimonio artistico (il centro storico è Patrimonio dell'Umanità dell’Unesco) è solo uno degli innumerevoli punti di forza di cui può fregiarsi la capitale austriaca. Centinaia di parchi e giardini coprono più della metà del territorio urbano offrendo, come nel caso del Prater, sia quiete che spettacolari attrazioni. Nella metropoli danubiana converge tutto quello che serve per vivere felici e sereni: ricchezza, cultura, lavoro, servizi di primissimo livello e una vasta offerta per il tempo libero.

giovedì 8 dicembre 2016

IN MOSTRA A CASA D'ITALIA





E’ in corso nella CASA D’ITALIA di Montréal la terza edizione della Young Italian Canadian Artists Exhibition, una mostra che mette in evidenza giovani talenti artistici sviluppatisi in seno alla comunità italo-canadese della città.


da ITALOCANADESE.COM:
Mimmo Scali ’s multi-media work continues to draw inspiration from pop culture icons. His colorful works are not restricted to a flat canvas. Clothing, fashion accessories, furniture and even kitchen plates are now a big part of his collection.
Alessandro Flocco is just 15 years old and in tenth grade. Already a veteran painter – he started painting at age 11 – Flocco has produced over 100 abstract paintings and has been showcased in three exhibits.
Since graduating from university, Cynthia Magri has focused on expanding her portfolio of comic book- and animation-inspired works. She is able to capture realism and emotion on the same canvas, a technique she credits her schooling to.
Tania Schiliro (aka Madame Tadame) is a painter, photographer and writer. Her paintings touch on real-life experiences and travel and can best be described as abstract realism.
Other artists featured in the exhibit include: Eve Amabili-Rivet, Nania Girard Sergi, Alessandro Pappadia, and Marianne Paquette. 

mercoledì 7 dicembre 2016

CHE SCIVOLONE!



https://www.youtube.com/watch?v=_SoxA0MKP-8

Ha fatto il giro del mondo questo filmato che cattura un tamponamento a catena avvenuto in una strada del centro di  Montréal l'altro ieri: si dice che il sindaco stia risparmiando sul sale! e, visto che la strada è in pendenza, la pur leggera ma ghiacciatissima nevicata mattutina ha fatto il resto. Chissà in quanti altri punti si saranno verificati piccoli incidenti; bravo chi è riuscito a catturare queste immagini.
Speriamo soprattutto che nessuno si sia fatto male.

Coinvolti numerosi automobilisti, più autobus di linea, un carro attrezzi, un taxi, una macchina della polizia (in retromarcia!), un piccolo spartineve...
mancava solo la slitta di BABBO NATALE!!!!!!!!!!!!



lunedì 5 dicembre 2016

SUOR ANGELA, CUOCA E CAVALIERE



E' probabilmente una delle figure più significative dell'epopea dell'immigrazione veneta: è Suor Angèle, al secolo Angela Rizzardo, nata nel 1938 agli albori della seconda guerra mondiale  a Cavaso del Tomba (Treviso), ed emigrata giovanissima in Canada dove, lavorando come cuoca all'Institut Notre-Dame du Bon-Conseil a Montréal, si è occupata con fede ed amore della sua vocazione ma ha anche sviluppato grande sapienza nell'arte culinaria. Il suo volto simpatico e la sua grande e schietta comunicatività non è sfuggita al media dei quali è oramai ospite fissa e tramite i quali ha diffuso e fatto apprezzare  ai canadesi le migliori peculiarità della tipica cucina veneta. Video del maggio 2014 della RAI in occasione del conferimento dell’ORDINE DEL CANADA a Suor Angèle 13 dicembre 2013:
http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-040a4f0a-8827-4546-bb63-a4b3534e77d7.html

Le mercredi 22 juin 2016, à 15  h 00, soeur Angèle recevra l’insigne de l’Ordre national du Québec. Cette cérémonie sera diffusée en direct sur le Canal de l’Assemblée nationale et sur le site Web de l’Assemblée nationale.
 Angèle Rizzardo (chevalière)
Angèle Rizzardo, dite Sœur Angèle, est bien connue pour son enseignement grand public de la cuisine et son dévouement envers de multiples causes caritatives.
Née en Italie (Treveso, Vénétie) en 1938, elle arrive au Québec en 1955 et deux ans plus tard, elle entre dans la communauté des Sœurs Notre-Dame du Bon-Conseil de Montréal fondée par une québécoise, Marie Gérin-Lajoie.
De 1965 à 1980, Sœur Angèle se perfectionne largement en art culinaire et en cuisine professionnelle; elle fréquente de grandes écoles spécialisées dont l’Institut de tourisme et d’hôtellerie du Québec. Par la suite, elle transmettra ses compétences exceptionnelles en enseignant à cet Institut pendant seize ans. En 2004, une salle de pédagogie sera inaugurée au nom de Sœur Angèle.
À partir des années 1980 jusqu’à maintenant, elle ne cesse de faire de la télévision et de la radio à titre de spécialiste de l’art culinaire et auteure de livres de recettes à succès, adaptées à la vie moderne. Sa joie de vivre et son dynamisme contribuent à transmettre l’amour de la cuisine et l’art de bien cuisiner. Tout en faisant la promotion des produits alimentaires du Québec, elle sensibilise les gens à une saine alimentation.
Parallèlement à son parcours culinaire et médiatique, Sœur Angèle est très engagée socialement. Au fil des ans, elle cumule divers rôles: conférencière, animatrice et démonstratrice en maintes occasions (festivals régionaux et thématiques, salons agroalimentaires); accompagnatrice de groupes lors de nombreux voyages gastronomiques, pédagogiques, culturels; marraine d’activités très variées; collaboratrice de multiples fondations de bienfaisance. Elle est aussi une instigatrice d’organismes d’action sociale et de fondations (Plein Air à Plein Cœur, Les Fourchettes de l’Espoir,  La Fondation Sœur Angèle) qui viennent en aide aux jeunes de milieux moins favorisés afin de  stimuler la confiance en eux-mêmes, des relations constructives et le désir de poursuivre leurs études.

CHIOGGIA. 18 april 2012 La cucina chioggiotta conquista il Canada. Punto di unione tra i due paesi suor Angela Rizzardo, trevigiana di origini, ma dal ’55 emigrata in Québec dove per 20 anni ha insegnato cucina in un istituto alberghiero. Ieri suor Angela è arrivata a Chioggia con una delegazione italo-canadese, fatta di chef, pasticceri e insegnanti di gastronomia, e ha fatto tappa al Centro di formazione professionale dell’Isola dell’Unione, rimanendo affascinata dai piatti locali. «Ho trovato entusiasmo e grande professionalità nei ragazzi», racconta suor Angela, «hanno preparato dei piatti gustosi e salutari. Prima di arrivare al Cfp siamo stati al mercato del pesce, una meraviglia, abbiamo visto dei pesci che non avevamo mai visto pur girando tutto il mondo. Ci sono tutte le premesse per realizzare un gemellaggio tra il Cfp di Chioggia e l’istituto alberghiero canadese». Suor Angela, che è tornata per la prima volta in Italia dopo 57 anni, conduce alcuni programmi nelle tv e nelle radio canadesi sull’enogastronomia. Di recente ha scritto il libro “Sapori e profumi del Paradiso”, sulle specialità italiane.(e.b.a.)

La storia di Suor Angela, star trevigiana del tv-cooking in Canada
Nata nel 1938 a Cavaso del Tomba e poi emigrata. La sua biografia in un libro di 400 pagine 6 0ttobre 2011
Capita che i nostri emigranti, di prima, seconda o terza generazione, facciano successo all'estero. L'ultimo esempio noto è quello di Michael Bublè, crooner canadese con nonno trevigiano di Treviso e nonna abruzzese. Bublè, che conserva la doppia cittadinanza, è una star della musica.  E' invece, probabilmente, una delle figure meno conosciute ma più significative dell'epopea dell'emigrazione veneta, Suor Angèle, al secolo Angiola Rizzardo. Nata nel 1938 a Cavaso del Tomba, emigrata giovanissima in Canada, oggi è una star nel suo Paese adottivo dove, lavorando come cuoca nel convento di Nostra Signora del Buon Consiglio a Montreal, senza trascurare la vocazione, ha sviluppato grande sapienza nell'arte culinaria. Il suo volto simpatico e la sua comunicatività non è sfuggita ai media canadesi, dei quali è oramai ospite fissa e tramite i quali (con successo crescente sino ad essere avvicinata da personaggi famosi come Celine Dion che la sostiene nella sue opere di carità), ha diffuso e fatto apprezzare ai canadesi le migliori peculiarità della cucina veneta.  La sua straordinaria esperienza di vita è ora raccontata in un libro-biografia realizzato dalla scrittrice veneziana Concetta Voltolina Kosseim, dal titolo «Sapori e Profumi di Paradiso, il Sorriso di Suor Angèle», edito dalle edizioni Del Noce di Camposampiero.  Il libro, 400 pagine con la prefazione dell'arcivescovo di Montreal Jean Claude Turcotte e del presidente della Regione Zaia, ha vinto il premio Globo Tricolore 2011 per la letteratura italiana nel mondo e verrà presentato 7 ottobre alle ore 11.30 a palazzo Balbi a Venezia, alla presenza della stessa Suor Angèle, dell'autrice Concetta Voltolina Kosseim e dell'editore Armando Fiscon.Grazie all’Associazione Veneziani nel Mondo martedì 17 aprile una delegazione veneta di emigrati in Canada (composta dalla presidente dell’Associazione veneziani ed amici di Venezia di Montreal, prof.ssa Concetta Voltolina, il presidente e vicepresidente nazionali dei cuochi e pasticceri del Quèbec Renè Derrien e Denis Pasquin, la direttrice del Centre de formation professionnelle “Jacques Rousseau” di Longueuil madame Nancy Brisson, madame Giovanna Giordano) ha incontrato gli studenti del C.F.P di Chioggia; una giornata memorabile con la presenza di una donna, una religiosa, una emigrata veneta che ha creato un pathos con tutti i presenti indescrivibile. Suor Angèle Rizzardo è partita da Cavaso del Tomba (TV) quando aveva 17 anni per il Quebec, per raggiungere la sorella e i suoi nipotini. Grazie alla sua passione ed abilità per l’arte culinaria oggi è ambasciatrice ufficiale del Ministero dell’Agricoltura canadese, tiene conferenze e dimostrazioni culinarie in tutto il mondo, è protagonista di programmi televisivi e radiofonici in Canada sull’enogastronomia veneta.

Una donna minuta, ma con occhi comunicativi che attirano l’attenzione di chiunque! Una dialettica ed un’energia di cui i giovani di oggi hanno bisogno. Il messaggio che Suor Angèle ha voluto trasmettere è quello dell’impegno costante in tutto ciò che si persegue; l’arte, la cucina e la musica non hanno frontiere ed età, richiedono soprattutto passione e creatività. La mattinata è trascorsa visitando i laboratori professionali dell’istituto e degustando le prelibatezze elaborate dagli allievi. Suor Angèle, una grande personalità che ha saputo rimanere se stessa pur diventando famosa, ha trasmesso ai presenti una carica vitale ed infuso negli studenti la passione per la loro futura professione; ricordando che la vita va vissuta con intensità e ogni giorno, minuto per minuto!             (Tiziana Piva)