venerdì 23 giugno 2017

Québec, emblème de notre fierté!


A TOUTES LES QUEBÉCOISES ET LES QUEBÉCOIS
BONNE ST.JEAN !
24 GIUGNO SAN GIOVANNI BATTISTA

AUGURI DI BUON ONOMASTICO A TUTTI I 
GIOVANNI, GIOVANNA, GIANNI, GIANNA, JOHN, JOHNNY, E COSÌ VIA
QUEST’ANNO LA FESTA NAZIONALE DEL QUÉBEC HA SCELTO COME FIL-ROUGE  L’ORGOGLIO DEI SUOI SIMBOLI DISTINTIVI. http://www.fetenationale.quebec/
ECCO UN PASSAGGIO DEL TESTO INTRODUTTIVO AI FESTEGGIAMENTI:
Majestueux, agile et fort, le Québec rayonne par ses mille beautés. Ses voix, ses couleurs, sa personnalité, sa langue… autant d’emblèmes qui nous définissent, qui sont sources de fierté. Des emblèmes qui nous représentent et nous façonnent.
De rivières aux allures de mer, de forêts à perte de vue, des rochers de la trempe de géants, notre fierté déploie ses ailes pour survoler les quatre coins de la planète. Grand comme l’infini, le Québec fait rêver. Territoire de toundra, de forêts boréales, de marais et de marécages, le Québec est une Métropole de biodiversité.
Nous sommes un peuple fort comme le bouleau jaune, coloré comme l’iris versicolore et fier comme le harfang des neiges, tous rassemblés sous ces emblèmes uniques qui sont les nôtres. D’îles peuplées de millions de fleurdelisés aux champs nourrissant nos ambitions, nous vivons en cette terre d’Amérique et partageons cette langue aux accents uniques. 
Nous sommes la voix de Céline, la caméra de Xavier, les mains d’Armand, la force herculéenne de Louis, le rire d’Yvon, la plume de Marie et l’ingéniosité de Joseph-Armand. L’hiver blanc et froid faisant place au soleil chaud du solstice, la Fête nationale est un rendez-vous où tous sont conviés.     Québec, emblème de notre fierté!
Nostri precedenti post sulla Festa Nazionale del Québec






mercoledì 21 giugno 2017

National Aboriginal Day - La journée nationale des Autochtones


Il 21 giugno, giorno del solstizio estivo,  è dedicato alle popolazioni aborigene del Canada, le Prime Nazioni, gli Inuit ed i  Métis.

In cooperation with national Indigenous organizations, the Government of Canada designated June 21 National Aboriginal Day, a celebration of Indigenous culture and heritage. This date was chosen because it corresponds to the summer solstice, the longest day of the year, and because for generations, many Indigenous groups have celebrated their culture and heritage at this time of year.
National Aboriginal Day is a wonderful opportunity to become better acquainted with the cultural diversity of Inuit, Métis and First Nations peoples, discover the unique accomplishments of Indigenous people in fields as varied as agriculture, the environment and the arts, and celebrate their significant contribution to Canadian society.
In this exceptional year marking the 150th anniversary of Confederation, National Aboriginal Day will be celebrated like never before! In addition to the many festivities set to take place in various communities from coast to coast, a colourful programming is on the agenda in eight Canadian cities as part of National Aboriginal Day Live, with performances by Inuit, Métis and First Nations artists.
Learn more about National Aboriginal Day and the National Aboriginal Day Live organized by the Aboriginal People’s Television Network (APTN).    Related links
De concert avec les organisations autochtones nationales, le gouvernement du Canada a désigné le 21 juin comme la Journée nationale des Autochtones : Célébration de la culture et du patrimoine des peuples autochtones. Cette date a été choisie parce qu'elle correspond au solstice d’été, la journée la plus longue de l’année, et parce que depuis des générations, de nombreux groupes autochtones ont retenu ce moment de l’année pour célébrer leur culture et leur patrimoine.
Cette journée nous offre l’occasion de mieux connaître la diversité culturelle des Inuits, des Métis et des membres des Premières Nations. Elle nous permet en outre de découvrir les réalisations uniques des peuples autochtones dans des domaines aussi variés que l’agriculture, l’environnement et les arts, et de célébrer leur contribution remarquable à la société canadienne.
En cette année exceptionnelle du 150e anniversaire de la Confédération, la Journée nationale des Autochtones sera célébrée comme jamais auparavant! En plus des nombreuses festivités qui se dérouleront dans les différentes communautés d’un bout à l’autre du pays, huit villes canadiennes proposeront une programmation haute en couleur dans le cadre de la Journée nationale des Autochtones en direct avec des spectacles d’artistes issus des communautés inuites, métisses et des Premières Nations.
Apprenez-en davantage sur la Journée nationale des Autochtones et la Journée nationale des Autochtones en direct, organisée par l’Aboriginal People’s Television Network (APTN). Liens connexes
 da

lunedì 19 giugno 2017

RILEGGIAMO... IL MIO PEYTO LAKE

Questo che vedi è uno dei miei Peyto Lake.
Ho anche una foto scattata con tante nuvole bianche la cui ombra ammorbidisce il colore dell'acqua da turchese ad azzurro lattiginoso; un'altra, durante un temporale con tuoni e fulmini, non l'ho neanche scattata, tanta era la fretta di ripararsi in un luogo sicuro e, si sà, le nuvole dense annullano l'effetto della rifrazione dei raggi del sole sulle particelle rocciose in sospensione nell'acqua proveniente dal ghiacciaio; e poi quella con una soffice coltre di nebbia che ci separava dal fondo della vallata, l'ho scattati sì, ma la nebbia è nebbia, sul Peyto Lake come a Milano! Se vi dovesse capitare, non perdete la pazienza (regola valida anche per l'avvistamento della fauna selvatica): basta aspettare un pò ed i venti che soffiano sinuosi tra le valli prima o poi si porteranno via la nebbia, et voilà, uno splendente Peyto Lake come non ve lo sareste neanche immaginato!

Siamo nel Parco Nazionale di Banff, in Alberta. Del Peyto (si pronuncia pi-to) si possono ammirare migliaia di fotografie che, però, sembrano tutte uguali! Non vi svelo nessun segreto: sono tutte scattate da un unico punto panoramico, ritagliato nella fitta foresta. Arrivarci è facile ma una volta sul ciglio, si rimane senza fiato per la maestosità del panorama.

Il silenzio è assoluto attorno a te. L'aria è tersa e l'intenso profumo del bosco ti avvolge. Potrebbe rimanere così, salvo che alcuni scoiattoli che si rincorrono non rompano l'assoluto silenzio dando anche movimento alla scena. Ti risvegli da uno stato di trance e ti rendi conto che tutt'attorno brulica la vita, anche se tutto sembra immobile, di creature piccole e grandi. L'inverno porterà metri di neve a ricoprire questo meraviglioso paesaggio, rendendolo inaccessibile per mesi. Solitudine assoluta.
Qualche dato tecnico del LAGO PEYTO 
Altitudine della superficie: 1.880 m
Area: 140 ha
Lunghezza: 2,8 km
Larghezza: 800 m



Post del 26/09/07
NOTA DEGLI AUTORI:
Siamo orgogliosi del successo di questo nostro Blog nato il 19 febbraio 2007.
Poiché non ci occupiamo esclusivamente di stretta attualità ma affrontiamo da oltre 10 anni soprattutto argomenti di storia e memoria, geografia, natura, e altre curiosità che servano a farvi conoscere meglio questo straordinario paese, ci rendiamo conto che i nostri nuovi lettori non hanno quindi il tempo materiale per rileggersi tutti i nostri interventi!
Pensiamo quindi di fare cosa gradita a molti amici del Canada, nuovi e vecchi, scegliendo di proporvi di tanto in tanto il testo integrale o il link ad un post degli anni scorsi tra quelli da noi ritenuti più interessanti o che ci dispiace particolarmente che qualcuno non abbia potuto o fatto in tempo a leggere.
Speriamo che anche i lettori più affezionati ri-leggeranno con piacere quanto da noi ri-proposto.

mercoledì 14 giugno 2017

APPLE CHIPS

Che i canadesi siano ghiotti di mele ormai è assodato – lo avrai capito da molti nostri post in proposito:
http://www.turismoincanada.blogspot.it/2013/11/torta-di-mele-campionessa.html

Una versione che quasi non manca mai nella dispensa delle case nordamericane è la scorta di mele essiccate. Le mele secche sono  estremamente versatili - aggiungetele ai cereali a colazione, sgranocchiatele a merenda o  davanti alla tv, usatele per fare il pane, torte e barrette di cereali, vanno bene in ogni momento della giornata, ricordandovi che un etto di chips di mele essiccate al forno ha meno di 50 calori. 
Ingredienti
2 mele grandi  (ma che siano del tipo croccante, quelle farinose non vanno bene)
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere
1/4 di cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
(tutte le spezie sono facoltative, c’è chi preferisce le chips di mele al naturale)
Preriscaldate il forno a 90°C e rivestite la placca con un foglio di carta antiaderente.
Private le mele del torsolo e affettatele finemente con l’aiuto di una mandolina, adagiate le fette di mela in un solo strato sulla placca del forno e cospargetele con metà delle spezie che avrete precedentemente miscelato.
Infornate per un’ora.
Trascorso questo tempo estraete la placca, girate le chips di mele e cospargete anche l’altro lato con le spezie rimanenti.
Rimettete in forno per un’altra ora.
Lasciate che si raffreddino completamente e conservatele in contenitori a tenuta ermetica.
Le chips di mela essiccate al forno temono l’umidità, per mantenerle croccanti assicuratevi che i contenitori in cui le riporrete siano a tenuta ermetica.

Molto decorative sono anche nelle composizioni floreali in tutte le stagioni e ricorrenze.

lunedì 12 giugno 2017

RILEGGIAMO... PAUL KANE NELL'OVEST CANADESE


Il pittore PAUL KANE (nato a Mallow – Irlanda il 3 settembre 1810 e morto a Toronto il 20 febbraio 1871)  è il più famoso di tutti gli artisti-esploratori canadesi.
Kane immigrò con tutta la sua famiglia prima del 1822 e si stabilì a York (Toronto). Lavorò dapprincipio come decoratore di mobili e nel 1841-42 visitò l’Italia per copiare i dipinti dei grandi maestri del passato.
Un’esposizione londinese dei dipinti di George Catlin raffiguranti gli indiani d’America lo entusiasmò a tal punto che, ritornato in Canada, fu determinato a dipingere una serie di quadri similari nel Nord-Ovest canadese.
Kane lasciò Toronto nel 1845 con l’obiettivo di disegnare gli Indiani nelle loro terre e raccogliere le leggende dei medesimi. Viaggiò attorno la regione dei Grandi Laghi ma, spaventato per i possibili pericoli di un viaggio solitario verso le terre del Pacifico, prese contatto con Sir George Simpson – soprintendente della Hudson’s Bay Company – che organizzò per lui il viaggio verso Ovest con la flotta di canoe dei commercianti di pellicce.
Si unì ad una spedizione commerciale a Fort William (Thunder Bay – Ontario) nel maggio del 1846 e viaggiò con loro verso Ovest fino a Fort Garry. Qui fu testimone dell’ultima caccia al bisonte in quella regione, continuò fino a Norway House e seguì il fiume Saskatchewan fino a Fort Edmonton.
Dopo aver attraversato le montagne a dorso di cavallo, discese il fiume Columbia disegnando molti schizzi di Mount St. Helen e delle tribù rivierasche della zona. Ritornò a Toronto nel 1848, portando con sé 700 disegni sia di panorami dell’Ovest che delle popolazioni indigene di circa 80 tribù. 


Kane – come era tipico degli artisti di quel tempo con un retroterra culturale europeo – guardava con curiosità ai popoli indigeni. Tutti loro erano interessati a registrare e anche a enfatizzare delle popolazioni native ciò che a loro pareva esotismo. Le loro immagini che ritraggono le popolazioni native spaziano da una visione realistica ad una fortemente romantica e sono tutti dipinti nello stile in voga in Europa in quel periodo.
Dopo il suo ritorno Kane visse tranquillamente a Toronto. Dipinse tele dai suoi disegni, resi secondo lo stile europeo del suo tempo. Un centinaio di tele acquistate da George Allan si trovano ora nel Royal Ontario Museum di Toronto, mentre dodici, acquistati dal governo federale sono nella National Gallery a Ottawa.

Indiani Assiniboine a caccia di bisonti
Sei Capi di tribù Piedineri dipinti da Paul Kane lungo il fiume South Saskatchewan
Accampamento indiano a Fort Colville - essicazione del salmone
Accampamento indiano sul lago Huron 
1847  L'eruzione del Mount St. Helen's di notte
Caw-Wacham, donna Testapiatta,  col suo bambino
Un guerriero Cree delle Pianure , incontrato lungo il fiume North Saskatchewan 
Trasbordo di White Mud a Winnipeg

Il resoconto del viaggio di Kane (Wanderings of an Artist among the Indians of North America) fu pubblicato nel 1859 e tradotto in danese, francese e tedesco. Si tratta di un classico canadese, ricco di aneddoti atti a completare i suoi disegni con una vivida descrizione della vita degli Indiani, dei meticci, dei commercianti della Hudson’s Bay Company e dei missionari durante il quarto decennio dell’Ottocento.

PAUL KANE

a Toronto nel ROYAL ONTARIO MUSEUM


e ad Ottawa alla NATIONAL GALLERY-MUSÉE DES BEAUX-ARTS

venerdì 9 giugno 2017

GP CANADA 2017



La gara automobilistica GP Canada 2017 è l'appuntamento annuale che ci porta soprattutto a Montrèal e in Québec con l'opportunità offerta da un grande evento sportivo.



Il Gran Premio ha subito qualche opacità negli ultimi anni, causa la scarsa competitività della Ferrari che però in questa nuova stagione ha finalmente ripreso un certo dominio facendo focalizzare l'interesse sui Paesi dove corre.



A Montrèal l'ultima vittoria del cavallino rosso risale addirittura al 2004 con Jean Alesi, e Sebastian Vettel cercherà in tutti i modi di prendersi una meritata rivincita.




Di conseguenza in questi giorni il Canda e soprattutto il Québec sono al centro dell'attenzione che giunge dopo i precedenti successi della visita di Justin Trudeau in Italia.

Una pubblicità positiva che aiuta a diffondere interesse verso il Canada.

giovedì 8 giugno 2017

AURORA BOREALIS IN SASKATCHEWAN




L'aurora boreale nota anche come luce del nord è un insieme di luci che si muovono attraverso i cieli del nord in una ondata di colori.





In Saskatchewan vengono organizzati tour specifici per ammirare questo fenomeno naturale soprattutto nelle aree ancora selvagge che attirano turisti da tutto il mondo.



L'aurora borealis non è per i turisti estivi in quanto il periodo ideale va da ottobre a marzo ma non si sa mai oppure ci si va proprio in quel momento.



D'altra parte la visione dei cieli che brillano di onde colorate di  verde, giallo, blu e rosso richiede un
po' di cambiamento dei nostri piani di viaggio.



Come si forma l'aurora borealis? E' una reazione chimica, le luci sono create dalla miscela di radiazione elettromagnetica, generata dal sole, con l'atmosfera terrestre.
Uno spettacolo che da solo vale un viaggio.



Property Kapow SB


K

mercoledì 7 giugno 2017

KHUTZEYMATEEN GRIZZLY SANCTUARY, British Columbia

 Nel nord del  British Columbia c’è una vallata così assolutamente protetta da chiamarla un santuario. Un habitat conservato esclusivamente per il benessere degli orsi grizzly, allontanando da questo delicato ecosistema qualsiasi forma ulteriore di antropizzazione e soprattutto i tagliaboschi!
E’ il PARCO PROVINCIALE KHUTZEYMATEEN, istituito nel 1994, esteso per 443 kmq, l’area protetta più estesa della provincia a circa 45 km a nord-est di Prince Rupert. Norme precise e severe regolano l’accesso al parco la cui gestione è affidata  direttamente alle Prime Nazioni Gitsi’is e  Coast Tsimshian in partnership con BC Parks.

Per saperne di più sull’avvistamento degli orsi e non solo, consulta


 
A questo punto non posso aggiungere altre parole se non l’invito a  vedere questo affascinante filmato

e…ti innamorerai del Khutzeymateen Grizzly Sanctuary !

lunedì 5 giugno 2017

CHARLEVOIX

Il G7 del 2018 si svolgerà a Charlevoix, Québec.


 
 

A tale proposito, l'amico fotografo e artista Penn Lewis mi manda la fotografia di un quadro del 2003 di Bruno Cote intitolato "Cap a la Corneille" che ha acquistato durante un suo viaggio nella regione suddetta, e che ne interpreta bene il paesaggio.





Penn aggiunge poi un altro quadro dal titolo " Regard sur le Nord - Ile aux Oies" di Gilles Cote del 1984

venerdì 2 giugno 2017

PRIME MINISTER TRUDEAU CONCLUDES SUCCESSFUL VISIT TO ITALY AND THE VATICAN



Justin Trudeau e Paolo Gentiloni
 

Il primo Ministro canadese Justin Trudeau ha concluso con successo la sua visita in Italia e in Vaticano. Di seguito il commento ufficiale da parte dei canadesi che conferma le buone relazioni del passato, e apre un nuovo scenario nei rapporti tra i due Paesi.

May 30, 2017. The prime minister, Justin Trudeau, today concluded the first official visit to Italy. The visit deepened the close relationship already shared by Canada and Italy two countries that have enjoyed vibrant people-to-people connections for generations.

While in Rome, the Prime Minister met with Italian President Sergio Mattarella and Italian Prime Minister Paolo Gentiloni to discuss ways to strengthen cooperation on global issues and to create good middle class jobs for Canadians and Italians alike.

The Prime Minister also addressed the Italian Parliament. During his address, he recognized the compassion that the people of Italy have shown in welcoming thousands of migrants escaping poverty and conflict. He also thanked Italy for its strong support of the Canada-European Union Comprehensive Economic and Trade Agreement (CETA), a progressive trade agreement that will create good middle class jobs on both sides of the Atlantic.

Prime Minister Trudeau also met with His Holiness Pope Francis for the first time. They talked about the pressing need for leadership in a world facing unprecedented global issues such as climate change and mass migration. The Prime Minister also discussed at length Canada's Truth and Reconciliation Commission's Calls to Action and encouraged Pope Francis to apologize for the Catholic Church's role in the residential school system. Finally, the Prime Minister invited Pope Francis to visit Canada.

Quotes

"Italy is a strong ally and friend. Our relationship is built on tremendous people-to-people connections and close economic collaboration. With CETA, we can deliver promising new opportunities for middle class Canadians and Italians alike."

"His Holiness Pope Francis' message of hope and inclusion resonates deeply with Canadians. Together, we discussed the central role that human dignity must play in global issues like migration, and the responsibility that we have for each other and the planet we share."

Hon. Justin Trudeau, Prime Minister of Canada

 Quick Facts

•Prime Minister Trudeau also visited the town of Amatrice, an area devastated by an earthquake in August 2016, and reiterated Canada's commitment to its friendship with Italy. The Government of Canada will match up to 2 million dollars in donations to the Italy Earthquake Relief Fund.

•Canada and Italy enjoy strong and historic people-to-people connections. Canada's large and dynamic Italian-Canadian community, almost 1.5 million strong, is particularly interested and engaged in all aspects cultural, social, economic and political of our bilateral relations.

•Canada and Italy enjoy strong commercial relations. In 2016, two-way merchandise trade between Canada and Italy was valued at $9.8 billion, making Italy Canada's eighth-largest trading partner.

•During part of his visit to Rome, the Prime Minister was accompanied by the Minister of International Trade, the Honourable Francois-Philippe Champagne, and a Canadian business delegation, which included about fifty companies in the aerospace and defence, agri-food, and information and communications technology sectors.

•During meetings with key Italian business leaders and investors, Prime Minister Trudeau and Minister Champagne underscored the significant economic benefits that CETA will generate for Canada and Italy, and sought support for CETA's ratification.

•While in Rome, the Prime Minister also joined Italian soccer club A.S. Roma to launch the Open Goal initiative to enhance integration between Italians, migrants and refugees.

•During his visit to the Vatican City, Prime Minister Trudeau also met with His Eminence Cardinal Pietro Parolin, Secretary of State, and His Grace Archbishop Paul Gallagher, Secretary for Relations with States. They discussed cooperation on issues of mutual interest including migration, countering climate change, promoting human rights and religious freedoms, and advancing peaceful pluralism.

•Canada established diplomatic relations with the Holy See in 1969. Through its diplomatic presence at the Vatican, Canada benefits from the perspective of an important international player, both at the regional level and on global issues.

 Associated Link :  Canada-European Union Comprehensive Economic and Trade Agreement (CETA)

This document is also available at http://pm.gc.ca

 
SOURCE Prime Minister's Office

Copyright 2014 PR Newswire. All Rights Reserved
 
Venezia, Piazza San Marco - Pierre Trudeau con il figlio Justin
 

giovedì 1 giugno 2017

PRIMA DI PARTIRE




COMUNICATO STAMPA AIRTRANSAT

Stai programmando un viaggio in Canada con Air Transat?
viaggiatori devono disporre di un'autorizzazione al viaggio elettronica (eTA)
-electronic travel authorization-


Roma, 25 maggio 2017 — Air Transat ricorda a tutti coloro che stanno programmando un viaggio in Canada, che se non hanno un passaporto canadese valido, una carta di soggiorno permanente o un visto, devono richiedere un'autorizzazione al viaggio elettronica (eTA) rilasciata dal Governo del Canada.  Questo nuovo requisito per l'ingresso, obbligatorio dal 10 novembre 2016, si applica ai cittadini stranieri esenti da visto che si recano in Canada in aereo.

Prima di recarsi in Canada, i viaggiatori devono richiedere un'eTA compilando un modulo di richiesta online, nel sito Web www.Canada.ca/eta. Il documento dovrà essere esibito alla partenza, prima di salire a bordo dell'aereo, insieme a un passaporto valido.

I richiedenti idonei dell'eTA devono disporre di un passaporto valido, di un indirizzo e-mail valido e di una carta di credito (l'eTA costa CA $ 7) per compilare il modulo online. La maggior parte dei richiedenti ottiene l'approvazione dell'eTA in pochi minuti. 
Air Transat suggerisce ai viaggiatori idonei, di richiedere l'eTA al momento della prenotazione del volo e di verificare lo stato della domanda sul sito Web ufficiale del governo del Canada, all'indirizzo Canada.ca/eta. Consiglia inoltre ai viaggiatori di presentarsi ai banchi del check-in almeno tre ore prima dell'orario di partenza previsto.
Nota: i titolari di un passaporto canadese valido, di una carta di soggiorno permanente (PRC) canadese o di un visto canadese, nonché i cittadini degli Stati Uniti, non sono idonei al rilascio di un'eTA e devono esibire i loro documenti originali per il viaggio.

Air Transat offre dal 1 aprile al 28 ottobre, 11 voli diretti da Roma Fiumicino, 5 voli diretti da Venezia e 1 volo diretto da Lamezia per raggiungere le due città Toronto e Montréal.
In aggiunta ai voli non stop la Air Transat da quest’anno ha ampliato il proprio network con i voli in connessione da Roma via Toronto o Montréal per Vancouver, in British Columbia eCalgary in Alberta, completando l’offerta per il Canada dell’ovest.
Air Transat è rappresentata in Italia da Rephouse GSA. I voli Air Transat possono essere prenotati in tutti i GDS codice TS (Galileo, Sabre, Amadeus, Worldspan) oppure tramite l’ufficio di Rephouse, chiamando il numero dedicato
06 59606512 - airtransat@rephouse.it  393 9337843
Ufficio Gruppi Dedicato airtransat.gruppi@rephouse.it  - Minimo 10 persone – Quotazioni in 24 ore.




A proposito di Air Transat

Air Transat è la compagnia aerea numero 1 per viaggi vacanze del Canada, nei mercati canadese e transatlantico. Ogni anno, trasporta circa tre milioni di passeggeri per circa 60 destinazioni in 26 paesi. Con sede a Montréal, l'azienda impiega più di 2.500 persone e opera i suoi voli con una flotta di Airbus wide-body e Boeing narrow-body. Nel 2016, Air Transat è stata eletta Miglior Compagnia Aerea Nord Americana per i viaggi vacanze per il quinto anno consecutivo da Skytrax. Negli ultimi anni, la compagnia ha ottenuto molteplici riconoscimenti per i suoi sforzi per ridurre l'impatto ambientale. Dal 2011, è la compagnia numero uno in Nord America per l'efficienza energetica e nelle Top 20 in tutto il mondo, per l’Atmosfair Airline Index. Air Transat è una business unit di Transat A.T. Inc., una società internazionale leader del turismo integrato, attiva nel trasporto aereo, nell’ospitalità e nei pacchetti vacanze. Transat A.T. Inc. è stata insignita dello status Travelife Partner nel 2016, come riconoscimento del suo impegno per lo sviluppo sostenibile. Compagnia per eccellenza dei viaggi vacanze, Transat festeggia il suo 30 ° anniversario nel 2017.

mercoledì 31 maggio 2017

JUSTIN E SOPHIE TRUDEAU AD AMATRICE




Justin Trudeau ad Amatrice


Quando gli uomini politici parlano dei tradizionali rapporti d'amicizia che intercorrono con il Paese che stanno visitando, esprimono spesso un concetto di facciata, a volte mentendo.
Sono certo, invece, il premier canadese Justin Trudeau sia davvero un profondo amico dell'Italia. Dopo il G7 si è fermato a Roma, ha assistito alla partita di calcio Roma-Genoa eh ha ricevuto la James Pallotta. manager italo americano della Roma la maglia n.10 di Totti, il giocatore della Roma che festeggiava l'ultima partita con la sua squadra dopo 28 anni di fedele militanza giallorossa.
Un evento per capire gli Italiani.

Justin Trudeau e la moglie Sophie non si sono però soffermati sull'aspetto ludico, e si sono poi recati ad Amatrice dove hanno potuto constatare i danni causati dal recente terremoto accompagnati dal sindaco to .Sergio Pirozzi, e hanno confermato l'impegno a donare 4 milioni di dollari canadesi, che comprendono anche quanto raccolto dalla comunità di origine italiana presente in Canada.
Fondi che potranno essere utilizzati per la ricostruzione della casa comunale o per altri progetti da definire assieme.

Sì, Justin e Sophie hanno mangiato l'amatriciana nelle varie versioni del luogo, scattato selfie, stretto mani, ma hanno soprattutto compreso meglio il valor del rapporto reciproco : gli italiani hanno contribuito a rendere il Canada migliore e noi aiutiamo l'Italia che ha bisogno.
In un mondo pieno di continue e inutili polemiche la vera amicizia non ha prezzo.


Sophie, Justin Trudeau e il sindaco Pirozzi alle prese con la pasta

martedì 30 maggio 2017

IL PRIMO MINISTRO JUSTIN TRUDEAU A TAORMINA

Justin Trudeau per le strade di Taormina

 Turismo Canada deve ringraziare il primo ministro Justin Trudeau per il suo ottimo comportamento al G7 di Taormina di questi giorni che ha trasmesso un'immagine positiva sia di sé sia del paese che rappresenta.  

Infatti Trudeau è stato ritenuto il più brillante di tutti, acceso sostenitore della classe media, e il più vicino alla gente. Inoltre con poca scorta ha anche passeggiato per le stradine di Taormina e addirittura, dopo la cena offerta dal Presidente della Repubblica Mattarella, forse insufficiente, si è rifatto la bocca con un sautèe di gamberi e una frittura di surici o pesce pettine in un locale del borgo.
Frittura di pesce pettine
Justin Trudeau ha partecipato al G7 per la prima volta e la sua venuta in Italia lo aiuterà nell’organizzazione del prossimo G7 che si terrà a Charlevoix, Quèbec nel 2018.



 
La regione di Charlevoix comprende una parte della costa settentrionale del fiume San Lorenzo, la regione delle montagne Laurenziane e va fino all’estuario del fiume Saguenay. Un paesaggio costellato di fiordi, baie, colline designato nel 1989  riserva mondiale della biosfera dall’UNESCO.

 
Uno degli alberghi più prestigiosi è il Fairmont Le Manoir Richelieu che sarà probablmente la degna sede degli incontri, si spera sempre fruttuosi,  del G7 2018.